Mastering

Il Mastering è la fase finale dei processi di registrazione, editing e mixing dei brani musicali; è precisamente l’ultimo passaggio che riguarda l’ottimizzazione necessaria a rendere coerente l’insieme dei brani diversi che costituiscono una produzione discografica, un album. È un procedimento tecnico/creativo che consente di finalizzare i brani in termini di dinamica e di qualità timbrica secondo quelli che sono oggi gli standard di mercato.

Il Mastering ha lo scopo infatti di risolvere eventuali problemi, migliorare e dare omogeneità all’album attraverso l’utilizzo specifico di compressori ed equalizzatori, nonché attraverso l’ottimizzazione dei volumi dei singoli brani in relazione agli altri, in modo tale da ottenere un suono coerente tra ciascuna delle tracce elaborate.
Durante la fase di Mastering, il Mastering Engineer, utilizza processi che consentono di modellare con cura ogni brano. Si possono effettuare due tipi di lavorazione: sul materiale stereo, e sugli stems (sub-mix).
Nel primo caso bastano i missaggi di più versioni dello stesso brano. Nel secondo, volendo un maggiore range di intervento durante la fase di mastering, è consigliabile creare Stem derivanti dalle varie sezioni di arrangiamento, ad esempio: drum, percussion, bass, guitars, strings, background vocals, lead vocals, e quant’altro dovesse essere utile avere separato sotto forma di Stem.